Tenute del Fasanella

TENUTE DEL FASANELLA
Corso Apollo XI 44
84027 Sant’Angelo a Fasanella (SA)
Tel. (+39)  0828 961285
Cell. (+39) 339 5368529

Tenute del Fasanella nasce nel 2003, nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, a Sant’Angelo a Fasanella.
I primi passi sono rivolti all’individuazione delle microzone più vocate, all’acquisto dei terreni ed all’avvio dei lavori necessari alla coltivazione della vite.
Difatti, Tenute del Fasanella sceglie fin da subito, come filosofia aziendale, di vinificare soltanto uve di proprietà che, ad oggi, si ottengono da 9 ettari in produzione, e rientrano tutti nella denominazione “Indicazione Geografica Protetta” – Paestum.
Sant’Angelo a Fasanella ed il suo territorio circostante rappresentano ciò che si definisce una zona vocata alla viticoltura di qualità. Le condizioni pedoclimatiche e la quasi totale assenza di avversità fitopatologiche permettono una gestione della vigna ecocompatibile e non invasiva, al fine di preservare le sue difese naturali. E’ stato facile, quindi, aderire ai protocolli dell’Agricoltura Biologica ed a vinificare le proprie uve senza aggiunta di solfiti.
L’attenzione è stata rivolta immediatamente verso la coltivazione di uve autoctone, in particolare delle uve Aglianicone. Vitigno antichissimo, conosciuto già in epoca romana, portato – forse – in Italia dai Greci durante la colonizzazione del Meridione. Da tre vigneti di proprietà, che compongono circa due ettari di superficie, situati a 500 metri di altitudine e sul versante ovest del monte Alburno, nasce il vino Alburno, da cui prende il nome. Alburno è anche il nome di una divinità pagana rappresentata da Antece, il guerriero della scultura rupestre in altorilievo sita a Sant’Angelo a Fasanella su Costa Palomba. Esso è racchiuso nel logo di Tenute del Fasanella.
Gli altri vitigni coltivati sono Aglianico e Primitivo per i rossi e Fiano per i bianchi.